Us Open, New York, nel secondo giorno degli ottavi di finale in campo vanno i nostri due connazionali. Le nostre considerazioni in questo articolo, care appassionate e appassionati di tennis e, perchè no, dei pronostici di scarybet.com. Oggi alle 18 scenderà in campo Jannik Sinner contro Alexander Zverev mentre alle 21 vedremo Matteo Berrettini sfidare il tedesco Otte. Due partite eccezionali che si aggiungono alle altre spettacolari di questo 2021 che per il tennis Italiano passerà alla storia. Ma due partite profondamente diverse per le esperienze messe in campo e per lo stato di forma dei giocatori.

Jannik Sinner

Parlando dell’altoatesino, gli consigliamo di continuare a dosare le forze mentali così come ha fatto con Monfils. Perchè, sebbene per molti tratti iniziali di partita Sinner mostra qualità pari ai primi 4 del mondo, alla lunga vincono sempre loro. Perchè sanno cosa significa lottare fino all’ultimo set eventualmente e sanno approfittare quando il livello dell’avversario dopo un paio di ore di gioco si livella verso il basso. Il giocatore Italiano parte nettamente sfavorito, ma non del tutto sconfitto in partenza e se riuscisse a vincere il primo set potrebbe capire che la partita potrebbe giocarsi fino in fondo. Il tedesco, al netto di continui rumors extra tennistici, pare in uno stato di forma unico nelle ultime settimane. Ma non avrà certo sorriso quando avrà visto il tabellone aggiornato e il viso ancora giovanissimo dell’italiano come successivo avversario. Zverer sul cemento è il giocatore più in forma, viene da ben 13 risultati utili consecutivi e ha una fame di vincere il suo primo slam che glielo si legge negli occhi. Sicuramente rispetterà il nostro giocatore, ma farà valere la sua più longeva esperienza.

Matteo Berrettini

Diversa è la situazione di Berrettini che affronterà il tedesco Otte che nel terzo turno ha infranto i sogni di gloria di Seppi. Matteo sta salendo di livello e sa che l’occasione di incontrare di nuovo il numero Uno è a portata di mano. Tra i pronostici per questi ottavi di finale degli Us Open, vediamo Matteo in grande confidenza e gli attribuiamo una probabilità importante di vittoria. Non scorderei il fattore campo con gli americani innamorati del tennista italiano e neppure l’ansia da debutto negli ottavi di uno slam del tedesco. Appunto il tedesco Otte, colui il quale, dopo tre turni di qualificazioni, si è sbarazzato dei nostri Sonego e soprattutto del redivivo Seppi nell’ultimo match. Avendo dato a tutti gli Italiani un pò di dolore, Matteo sa che può ridarci un pò di gioia patriottica nonchè vendicare i propri compagni e amici. Continuando per un attimo ancora a parlare di Otte, per lui è la prima volta agli ottavi di uno slam, ottavi dove orma Berrettini risiede con una certa continuità da un paio di anni. Ai quarti il molto papabile Djokovic lo aspetterà per un’altra partita storica, non una rivincita della finale di Wimbledon, ma più semplicemente un’altra tappa verso le prime sei posizione del ranking Atp. Un’altra eccezionale notizia per Matteo nel caso dovesse vincere oggi sono i punti che guadagnerebbe in ottica Atp Finals. L’anno scorso ha raggiunto gli ottavi, quindi già aver confermato il risultato è un punto di partenza per la sicurezza della partecipazione a Torino. Differente la situazione al momento del tedesco che occupa la 144esima posizione. Lunedì prossimo sarà uno dei tanti giocatori a festeggiare balzi da gigante in classifica Atp.

Leave a Reply